Livia di Francesca Petroni

Livia di Francesca Petroni

Sinossi

Livia e Gaio Ottavio, il futuro Augusto. Due fazioni, due famiglie rivali nella Roma più bella e sanguinosa della storia.

Livia e Gaio Ottavio, il futuro Augusto. Due fazioni, due famiglie rivali nella Roma più bella e sanguinosa della storia. Un viaggio attraverso gli occhi di quella che sarà la donna più potente dell’Impero, fra le tradizioni di una Repubblica che sta cedendo il passo di fronte all’avanzata dei carri scintillanti di Cesare e dei suoi legionari vittoriosi. Livia è solo una bambina quando Giulio Cesare oltrepassa il Rubicone, ma sente nella voce di suo padre quanto questo sia devastante per lo Stato a cui lui ha dedicato la sua vita. Lei è troppo giovane per capire le ripercussioni che questo avrà sulla politica ma, da quando ha incontrato il giovane Gaio Ottavio e si è persa nei suoi occhi di cristallo, si è fatta strada in lei la consapevolezza che la sua vita sia legata a doppio filo con le sorti di Roma, perché il giovane Ottavio le ha promesso che la sposerà, dovesse mettere Roma in ginocchio ai suoi piedi. Ma la strada è aspra e dolorosa e la speranza è a un passo dal perdersi in una fine che, in realtà, è un nuovo inizio. Una nuova alba per Roma e per quelli che ormai non sono più due adolescenti, ma un giovane uomo e una donna che la renderanno grande come non è mai stata e come, forse, non sarà mai più.

Con questo libro mi è rimbalzata alla mente più volte la frase “Dietro ogni grande uomo c’è una grande donna”: proprio quella Donna che spesso è considerata meno di niente, la Donna come oggetto, ma che possiede in sé tutta la bellezza dell’intelligenza per tenere testa a Roma. Ella è Roma stessa con le sue bizzarre abitudini e gli angoli segreti dove nascondere i propri sogni. La consigliera paziente e perseverante di uno dei più grandi uomini della storia romana. La particolarità di questa storia è la narrazione in seconda persona che ho molto apprezzato e il tono distaccato che, però, avvicina il lettore ai protagonisti nei momenti più cruciali, cruenti, più passionali e amari. Ho amato la notte romana, i silenzi, le ombre, l’umidità.

Moka

Link per l’acquisto: